Questo sito utilizza cookie in conformità alla cookie policy del sito.

Cliccando su CHIUDI o chiudendo il banner, acconsenti all’utilizzo di cookie. Per maggiori informazioni clicca su MAGGIORI INFORMAZIONI

Comune di Erchie scrivi Telefono2 facebook erchie
Via Santa Croce, 2 - 72020 Erchie - c.f. 80000960742- IBAN IT 04 B 03111 79300 0000000 10124

COVID-19. FASE II. ORDINANZA PRESIDENTE GIUNTA REGIONALE 2018 DEL 30/04/2020. DISPOSIZIONI ATTIVITA' RISTORAZIONE 1^ MAGGIO

Il Presidente della Giunta Regionale con ordinanza n 218 del 30/04/2020,"Misure urgenti ai sensi dell'art.32 della Legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica. Attività di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) nella giornata di venerdì 1 maggio (Giornata mondiale dei Lavoratori) 2020 " come preannunciato  ha disposto che :

" Con riferimento all’intero territorio regionale - fermi restando gli effetti di eventuali provvedimenti sindacali più restrittivi emanati nell’esercizio dei poteri di cui al TUEL limitatamente all’ambito territoriale comunale di riferimento - nella giornata di venerdì 1 maggio (Giornata mondiale dei Lavoratori) 2020, agli esercizi di ristorazione (fra cui pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) è consentita solamente la ristorazione con consegna a  domicilio, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie per l’attività di confezionamento e trasporto. "

Leggi l'ordinanza

COVID-19 . FASE II. LEGGE 24 APRILE 2020 N 27 . CONVERSIONE CON MODIFICHE DEL D.L 18/2020

In G.U. n. 110 del 29 aprile 2020 è pubblicata la Legge 24 aprile 2020, n. 27: Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, recante misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19. Proroga dei termini per l'adozione di decreti legislativi.
 
 
testo coordinato del D. L 17 marzo 2020 n 18 https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/04/29/20A02357/sg
 
 

COVID-19. CHIUSURA AL PUBBLICO DELLE ATTIVITA' COMMERCIALI AL DETTAGLIO 1^ MAGGIO . AMMESSO SOLO SERVIZIO A DOMICILIO. CHIARIMENTI DALLA REGIONE

La Regione Puglia, ha chiarito che il 1^ maggio sono chiuse tutte le attivita' commerciali al dettaglio compresi  bar , pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie, che comunque potranno effettuare il servizio a domicilio ma NON il servizio di asporto

di seguito il comunicato:

"Chiusura al pubblico delle attività commerciali al dettaglio 1 maggio 2020 - chiarimenti

Il Presidente della Giunta Regionale, con ordinanza n. 211 del 18 aprile 2020, con riferimento all’intero territorio regionale, ritenuto necessario e urgente garantire il rispetto delle disposizioni nazionali finalizzate al contenimento del contagio, ha disposto, nelle giornate di sabato 25 aprile (Festa della Liberazione), domenica 26 aprile e venerdì 1 maggio 2020 (Giornata mondiale dei Lavoratori), la chiusura al pubblico delle attività commerciali al dettaglio di vendita di generi alimentari e di prima necessità, sia nell’ambito degli esercizi commerciali di vicinato, sia nell’ambito della media e grande distribuzione, fermi restando gli effetti di eventuali provvedimenti sindacali più restrittivi emanati nell’esercizio dei poteri di cui al TUEL limitatamente all’ambito territoriale comunale di riferimento.
Si chiarisce che detta sospensione opera per la giornata del 1 maggio anche per la ristorazione con asporto da parte degli esercizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) e, pertanto, nella giornata di venerdì 1 maggio 2020 (Giornata mondiale dei Lavoratori), sono consentite:  

  • le vendite a mezzo ordinazione con strumenti digitali o telefonici, con consegna al domicilio del cliente nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per il confezionamento che per la consegna;
  • l’esercizio delle edicole, tabaccai, farmacie e parafarmacie. "

COVID-19. FASE II. ORDINANZA SINDACALE N 45 DEL 29/04/2020. DISPOSIZIONI PER IL MERCATO SETTIMANALE

unnamed

Il Sindaco con propria ordinanza n 45 del 29/04/2020 ha disposto le misure per l'organizzazione  del mercato settimanale , consentito solo per la vendita dei generi alimentari dal 2 al 17 Maggio 2020.

. Misure per l’accesso all’area

a) L’ingresso e l’uscita dall’area avviene esclusivamente attraverso i varchi presidiati ed è contingentato in modo tale da realizzare una presenza interna di acquirenti non superiore al doppio dei posteggi di vendita sopra individuati; è consentito, in ogni caso, l’accesso ad un solo componente per nucleo familiare a cui può eventualmente aggiungersi un minore di 14 anni, oppure un anziano con oggettive difficoltà di deambulazione oppure ancora una persona disabile ;

b) L’accesso all’area è inibito a chiunque (operatori commerciali e/o acquirenti) non indossi una mascherina o altro idoneo indumento a copertura di bocca e naso e non sia munito di guanti monouso;

Organizzazione dell’attività di vendita

a) L’orario apertura al pubblico del mercato settimanale è il seguente: dalle 7:30 alle 13:30 ;

b) Gli operatori commerciali occupano il loro posteggio non prima delle ore 7.00 e non oltre le ore 7.30 e lo rendono disponibile e libero da ingombri e rifiuti entro e non oltre le 14:00 ;

c) Gli operatori commerciali, nel rispetto di ogni prescrizione igienico-sanitarie e di sicurezza, in ciascun posteggio sono presenti in numero tale da garantire il rispetto del distanziamento sociale tra di loro e sono dotati di prodotto disinfettante per le mani, guanti e mascherina;

d) Gli operatori commerciali, servono un cliente alla volta nel rispetto della distanza interpersonale e, qualora si crei assembramento tra i clienti in attesa che possa determinare criticità sul rispetto del distanziamento sociale, sospendono immediatamente l’attività di vendita e richiedono l’intervento delle Forze di Polizia.

 leggi l'ordinanza

COVID-19. FASE II. ORDINANZA SINDACALE N 44 DEL 29/4/2020.DISPOSIZIONI PER L'ACCESSO AL CIMITERO

PHOTO 2020 04 29 17 56 15 1

Il Sindaco ai sensi dell'ordinanza del  Presidente della Giunta Regionale della Puglia n 214 del 28/04/2020, con propria  ordinanza n 44 del 29 aprile, ha disposto le misure organizzative per l'accesso al  civico cimitero.

Pertanto, con decorrenza dal 30 aprile e fino  al 17 maggio 2020, salvo proroga:

1. Il civico cimitero è aperto al pubblico dalle ore 8:00 alle ore 12:00 e dalle 16:00 alle 19:00 di ogni giorno feriale;

2. E’ imposto ai visitatori del civico cimitero l’obbligo di utilizzare una mascherina o altro indumento idoneo a coprire di bocca e naso e indossare dei guanti usa e getta;

3. L’accesso al civico cimitero pedonale e, ove espressamente autorizzato ai sensi dell’art. 9 del Reg. comunale approvato con Del C.C. n. 40/2007 e succ modd, , veicolare è consentito dai soli cancelli posti sul lato ovest ( prospetto principale);

4. L’accesso ai tutti i luoghi chiusi posti all’interno del civico cimitero è consentito a una persona alla volta;

5. In tutte le aree scoperte del civico cimitero è imposto ai visitatori, anche se parenti tra di loro, l’obbligo della distanza interpersonale di almeno metri uno;

6. E’ vietato a chiunque di intrattenersi all’interno del civico cimitero oltre il tempo ragionevolmente necessario alla pulizia dei loculi e delle edicole e/o necessario alla preghiera o altra espressione di pietà per i defunti.

leggi  l'ordinanza

COVID-19. Fase II. ORDINANZA PRESIDENTE REGIONE PUGLIA N 214 DEL 28/04/2020

Il Presidente della Giunta Regionale della Puglia, con ordinanza n 214 del 28/04/2020 " D.P.C.M. 10 aprile 2020 e D.P.C.M. 26 aprile 2020 recanti “Misure di contenimento del contagio sull'intero territorio nazionale”: Disposizioni applicative sul territorio regionale pugliese in materia di ristorazione con asporto, toelettatura di animali, svolgimento in forma dilettantistica di attività di pesca, manutenzione di imbarcazioni da diporto; apertura cimiteri; manutenzione di seconde case; Prescrizioni sulle modalità di rientro delle persone fisiche in Puglia; Proroga di efficacia delle ordinanze n.207-209-212/2020" avvia la FASE II per il territorio pugliese.

dal 29 APRILE fino al 17 maggio 

OK ristorazione SOLO  con asporto da parte degli esercizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), con l’obbligo di rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di un metro, il divieto di consumare i prodotti all’interno dei locali e il divieto di sostare nelle immediate vicinanze degli stessi;

OK attività da parte degli esercizi di toelettatura degli animali, purché il servizio venga svolto per appuntamento, senza il contatto diretto tra le persone, e comunque in totale sicurezza nella modalità “consegna animale toelettatura - ritiro animale”, utilizzando i mezzi di protezione personale e garantendo il distanziamento sociale; ,

- OK  svolgimento in forma amatoriale di attività di pesca da persone abilitate e in possesso della copia di comunicazione  ai sensi del DM 6/12/2010 (vedi qui https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/3230 )nel rispetto delle norme di sicurezza e per non più di due persone per imbarcazione ;  

- OK attività di manutenzione e riparazione imbarcazioni da diporto di proprietà per non più di una volta la giorno nel rispetto delle norme di sicurezza e prevenzione;

OK apertura dei cimiteri condizionata  all’adozione di misure organizzative tali da evitare assembramento di visitatori, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi, garantendo ai frequentatori la possibilità di rispettare tra loro la distanza di sicurezza;

dal 4 MAGGIO fino al 17 maggio:

- OK spostamento individuale all’interno del territorio regionale per raggiungere le abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case per vacanza, per lo svolgimento delle attività di manutenzione e riparazione necessarie per la tutela delle condizioni di sicurezza e conservazione dei beni;

- Salvo il divieto di spostarsi  con mezzi di trasporto pubblici o privati, in una regione diversa rispetto a quella in cui attualmente si trovano, se non  per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute,  tutti i soggetti provenienti dalle altre regioni d’Italia che, al di fuori delle citate ipotesi previste dal D.P.C.M. vigente, fanno ingresso in Puglia per rientrare nel proprio domicilio, abitazione o residenza, è fatto obbligo  - di avvisare il proprio Medico o la ASL e avvertirlo in caso di comparsa di sintomi, di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario per 14 giorni con divieto di contatti sociali con divieto di spostamenti e viaggi, di essere sempre raggiungibile per attività di sorveglianza.

E' prorogata fino al 17 maggio l'efficacia delle ordinanze n 207 (stabilimenti balneari), 209 ( attività agricole), 212 (strutture ricettive all'aperto)

Leggi l'Ordinanza

COVID-19. ORDINANZA N 11 DEL 26 APRILE 2020 DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO EMERGENZA

Il Commissario straordinario per l'emergenza Covd-19, Domenico Arcuri, ha firmato l'Ordinanza n. 11/2020 dispone che il  prezzo  massimo  di vendita al consumo delle mascherine praticato dai rivenditori finali, non può essere superiore, per ciascuna unità, ad € 0,50, al netto dell’imposta sul valore aggiunto.

LEGGI L'ORDINANZA

COVID-19. DPCM 26 APRILE 2020.

E' pubblicato sulla GU del 27 aprile il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 26 aprile 2020 " Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale"

Le prime novità della cosiddetta fase II: 

Spostamenti: restano consentiti solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute.  

 Possono essere incontrati i congiunti rispettando  il divieto di feste, pranzi e ogni forma di assembramento e deve essere rispettato il distanziamento interpersonale di almeno un metro e l'uso di protezioni per naso e bocca

 In ogni caso, è fatto divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in una regione diversa rispetto a quella in cui attualmente si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute; è caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. 

Sono sospese le cerimonie civili e religiose; sono consentite le cerimonie funebri con l’esclusiva partecipazione di congiunti e, comunque, fino a un massimo di quindici persone, con funzione da svolgersi preferibilmente all’aperto, indossando protezioni delle vie respiratorie e rispettando rigorosamente la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

Restano sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie),E'  consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, e la  ristorazione da  asporto con distanziamento sociale e  il divieto di consumare i prodotti all’interno dei locali e il divieto di sostare nelle immediate vicinanze degli stessi.

Salvo ordinanze sindacali più stringenti è consentito l'accesso  parchi, alle ville e ai giardini pubblici nell'assoluto rispetto della  distanza di sicurezza interpersonale di un metro ma le aree attrezzate per il gioco dei bambini sono chiuse  

Resta vietato lo svolgimento di  attività ludica o ricreativa all’apertoè consentito svolgere individualmente, ovvero con accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti, attività sportiva o attività motoria, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività

Restano sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati.  Le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti – riconosciuti di interesse nazionale dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e dalle rispettive federazioni, in vista della loro partecipazione ai giochi olimpici o a manifestazioni nazionali ed internazionali – sono consentite, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, a porte chiuse, per gli atleti di discipline sportive individuali. A tali fini, sono emanate idonee linee guida.

Restano ancora  sospese le manifestazioni organizzate, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura con la presenza di pubblico, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, quali, a titolo d’esempio, feste pubbliche e private, anche nelle abitazioni private, eventi di qualunque tipologia ed entità, cinema, teatri, pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati

Restano sospesi i servizi educativi per l'infanzia, le attività didattiche in presenza delle scuole di ogni ordine e grado, la frequenza delle attività scolastiche e e Universitarie.

Attvita' sociali e socio sanitarie per disabili sono riattivare secondo i piani regionali

E'  fatto obbligo sull’intero territorio nazionale di usare protezioni delle vie respiratorie nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza. Non sono soggetti all’obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti.  Possono essere utilizzate mascherine di comunità, ovvero mascherine monouso o mascherine lavabili, anche auto-prodotte, in materiali multistrato idonei a fornire una adeguata barriera e, al contempo, che garantiscano comfort e respirabilità, forma e aderenza adeguate che permettano di coprire dal mento al di sopra del naso. L’utilizzo delle mascherine di comunità si aggiunge alle altre misure di protezione finalizzate alla riduzione del contagio (come il distanziamento fisico e l’igiene costante e accurata delle mani) che restano invariate e prioritarie. 

E' favorito il lavoro agile e la adozione dei protocolli di sicurezza di prevenzione  del contagio nei luoghi di lavoro, come recepito all'allegato 6 del DPCM  .

 Le disposizioni del presente decreto si applicano dalla data del 4 maggio 2020 in sostituzione di quelle del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 10 aprile 2020 e sono efficaci fino al 17 maggio 2020, a eccezione di quanto previsto dall'art. 2, commi 7, 9 e 11, che si applicano dal 27 aprile 2020 cumulativamente alle disposizioni del predetto decreto 10 aprile 2020. Si continuano ad applicare le misure di contenimento piu' restrittive adottate dalle Regioni, anche d'intesa con il Ministro della salute, relativamente a specifiche aree del territorio regionale. 

Le FAQ nei prossimi giorni chiariranno ulteriori aspetti

Leggi il DPCM https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/04/27/20A02352/sg

25 APRILE 2020. 75^ ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE

25 aprile foto

 

Come ogni anno, anche  in questo 25 aprile, alle ore 10.30 il Sindaco, in rappresentanza dell'Amministrazione comunale e di tutti i Cittadini, ha reso omaggio al Monumento ai Caduti,  così come ripetuto dall'Associazione Reduci e Combattenti di Erchie.

Il gesto celebra il 75^ anniversario della Liberazione dell'Italia dalla dittatura e la vittoria della  Democrazia, i cui ideali si tradussero nei principi della Carta Costituzionale elaborata dalla Costituente,  di cui nessuno può rivendicarne l'eredità esclusiva.

"In questo momento particolare , riflettiamo sui valori di libertà e unità, da apprezzare e difendere . Uniti ce la faremo. Viva l'Italia"

{youtube}uGG5-XlI7Dk{/youtube}