Questo sito utilizza cookie in conformità alla cookie policy del sito.

Cliccando su CHIUDI o chiudendo il banner, acconsenti all’utilizzo di cookie. Per maggiori informazioni clicca su MAGGIORI INFORMAZIONI

Comune di Erchie scrivi Telefono2 facebook erchie
Via Santa Croce, 2 - 72020 Erchie - c.f. 80000960742- IBAN IT 04 B 03111 79300 0000000 10124

COVID-19 .PRECISAZIONI IN MATERIA DI SPOSTAMENTI

Si richiama l'attenzione dei Cittadini su quanto stabilito in materia si spostamenti dalla  propria abitazione che sono  consentiti solo  per validi motivi, ossia esigenze lavorative, di salute o di necessità, da comprovare sulla scorta dell'autocertificazione  resa ai sensi del  DPR 445/2000.

In proposito il Ministero dell'Interno ha precisato che le regole sono valide anche per gli spostamenti all'interno dello stesso comune, ivi compresa quella relativa al rientro presso la propria abitazione.

Il mancato rispetto è sanzionato ai sensi di legge.

scarica il modulo

 

COVID-19. INDICAZIONI SULL'USO DELLA MASCHERINA

C 17 notizie 4099 0 immaginePer prevenire il rischio di infezione da nuovo coronavirus è prioritario curare l’igiene delle mani e delle secrezioni respiratorie. L’Organizzazione mondiale della sanità raccomanda di indossare anche una mascherina solo se sospetti di aver contratto il nuovo coronavirus e presenti sintomi quali tosse o starnuti, oppure se ti prendi cura di una persona con sospetta infezione da nuovo coronavirus. L'uso della mascherina aiuta a limitare la diffusione del virus ma deve essere adottata in aggiunta ad altre misure di igiene respiratoria e delle mani. Non è utile indossare più mascherine sovrapposte. Inoltre, la mascherina non è necessaria per la popolazione generale in assenza di sintomi di malattie respiratorie.

Come devo mettere e togliere la mascherina?

Ecco come fare:

prima di indossare la mascherina, lavati le mani con acqua e sapone o con una soluzione alcolica
copri bocca e naso con la mascherina assicurandoti che aderisca bene al volto
evita di toccare la mascherina mentre la indossi, se la tocchi, lavati le mani
quando diventa umida, sostituiscila con una nuova e non riutilizzarla; infatti sono maschere mono-uso
togli la mascherina prendendola dall’elastico e non toccare la parte anteriore della mascherina; gettala immediatamente in un sacchetto chiuso e lavati le mani.

Domande e risposte sul nuovo coronavirus

http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioFaqNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=228 

 

COVID 19. DPCM 11/3/2020. NORME PIU' STRINGENTI FINO AL 25 MARZO

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DPCM 11 marzo 2020

NUOVE REGOLE FINO AL 25 MARZO 2020

Restare a casa e divieto assoluto, che non ammette eccezioni, è previsto per le persone sottoposte alla misura della quarantena o che sono risultate positive al virus.

Modulo di Autodichiarazione per gli spostamenti

Distanza tra le persone non inferiore a un metro. DIvieto di assembramenti.

CONTROLLI PIU' STRINGENTI E APPLICAZIONE DELLE SANZIONI PENALI PER CHI TRASGREDISCE.

TOLLERANZA ZERO.

Modulo di Autodichiarazione per gli spostamenti 

Sono sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità individuate nell'Allegato1

Sono sospese le attività inerenti i servizi alla persona tranne quelli previsti nell'allegato 2.

Restano garantiti, nel rispetto delle norme igienico sanitarie, i servizi bancari, finanziari, assicurativi nonché l’attività del settore agricolo, zootecnico di trasformazione agro alimentare comprese le filiere che ne forniscono beni e servizi.

Le disposizioni dei decreti DPCM 8 marzo 2020  e DPCM 9 marzo 2020 cessano di produrre effetti, ove incompatibili con le disposizioni del decreto.

Allegato 1  - Commercio al dettaglio che RESTANO APERTI 

  • Ipermercati 
  • Supermercati
  • Discount di alimentari
  • Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari
  • Commercio al dettaglio di prodotti surgelati
  • Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici
  • Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2)
  • Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4)
  • Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico
  • Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari
  • Commercio al dettaglio di articoli per l'illuminazione
  • Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici
  • Farmacie
  • Commercio al dettaglio in altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica
  • Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di articoli di profumeria, prodotti per toletta e per l'igiene personale
  • Commercio al dettaglio di piccoli animali domestici
  • Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia
  • Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento
  • Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini
  • Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet
  • Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato per televisione
  • Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto per corrispondenza, radio, telefono
  • Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici

Allegato 2 servizi alla persona che RESTANO APERTI

Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia
Attività delle lavanderie industriali
Altre lavanderie, tintorie
Servizi di pompe funebri e attività connesse

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/03/11/20A01605/sg

Per disabili consultare le disposizioni di cui al link http://disabilita.governo.it/it/notizie/nuovo-coronavirus-domande-frequenti-sulle-misure-per-le-persone-con-disabilita/

MAGGIORI CHIARIMENTI NEL CORSO DELLA GIORNATA 

 

COVID- 19. SOSPESO IL MERCATO SETTIMANALE

SI AVVISANO 

I CITTADINI E GLI OPERATORI COMMERCIALI SU AREA PUBBLICA 

CHE IN OTTEMPERANZA AL DPMC 9/3/2020 E COME CHIARITO DAL GOVERNO

FINO AL 3 APRILE 2020, SALVO ULTERIORI PROROGHE, 

E' SOSPESO IL MERCATO SETTIMANALE

 

Decreto #IoRestoaCasa, domande frequenti sulle misure adottate dal Governo | www.governo.it

io resto a casa

http://www.governo.it/it/articolo/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/14278

ZONE INTERESSATE DAL DECRETO

Ci sono differenze all’interno del territorio nazionale?
No, per effetto del dpcm del 9 marzo le regole sono uguali su tutto il territorio nazionale e sono efficaci dalla data del 10 marzo e sino al 3 aprile.

Sono ancora previste zone rosse?
No, non sono più previste zone rosse. Le limitazioni che erano previste nel precedente dpcm del 1° marzo (con l’istituzione di specifiche zone rosse) sono cessate. Ormai, con il dpcm del 9 marzo, le regole sono uguali per tutti.

SPOSTAMENTI

Cosa si intende per “evitare ogni spostamento delle persone fisiche”? Ci sono dei divieti? Si può uscire per andare al lavoro? Chi è sottoposto alla misura della quarantena, si può spostare?
Si deve evitare di uscire di casa. Si può uscire per andare al lavoro o per ragioni di salute o per altre necessità, quali, per esempio, l’acquisto di beni essenziali. Si deve comunque essere in grado di provarlo, anche mediante autodichiarazione che potrà essere resa su moduli prestampati già in dotazione alle forze di polizia statali e locali. La veridicità delle autodichiarazioni sarà oggetto di controlli successivi e la non veridicità costituisce reato. È comunque consigliato lavorare a distanza, ove possibile, o prendere ferie o congedi. Senza una valida ragione, è richiesto e necessario restare a casa, per il bene di tutti.
È previsto anche il “divieto assoluto” di uscire da casa per chi è sottoposto a quarantena o risulti positivo al virus.

Se abito in un comune e lavoro in un altro, posso fare “avanti e indietro”?
Sì, è uno spostamento giustificato per esigenze lavorative.

Ci sono limitazioni negli spostamenti per chi ha sintomi da infezione respiratoria e febbre superiore a 37,5?
In questo caso si raccomanda fortemente di rimanere a casa, contattare il proprio medico e limitare al massimo il contatto con altre persone.

Cosa significa “comprovate esigenze lavorative”? I lavoratori autonomi come faranno a dimostrare le “comprovate esigenze lavorative”?
È sempre possibile uscire per andare al lavoro, anche se è consigliato lavorare a distanza, ove possibile, o prendere ferie o congedi. “Comprovate” significa che si deve essere in grado di dimostrare che si sta andando (o tornando) al lavoro, anche tramite l’autodichiarazione vincolante di cui alla FAQ n. 1 o con ogni altro mezzo di prova , la cui non veridicità costituisce reato. In caso di controllo, si dovrà dichiarare la propria necessità lavorativa. Sarà cura poi delle Autorità verificare la veridicità della dichiarazione resa con l’adozione delle conseguenti sanzioni in caso di false dichiarazioni.

Come si devono comportare i transfrontalieri?
I transfrontalieri potranno entrare e uscire dai territori interessati per raggiungere il posto di lavoro e tornare a casa. Gli interessati potranno comprovare il motivo lavorativo dello spostamento con qualsiasi mezzo (vedi faq precedente).

Ci saranno posti di blocco per controllare il rispetto della misura?
Ci saranno controlli. In presenza di regole uniformi sull’intero territorio nazionale, non ci saranno posti di blocco fissi per impedire alle persone di muoversi. La Polizia municipale e le forze di polizia, nell’ambito della loro ordinaria attività di controllo del territorio, vigileranno sull’osservanza delle regole.

Chi si trova fuori dal proprio domicilio, abitazione o residenza potrà rientrarvi?
Sì, chiunque ha diritto a rientrare presso il proprio domicilio, abitazione o residenza, fermo restando che poi si potrà spostare solo per esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.

È possibile uscire per andare ad acquistare generi alimentari? I generi alimentari saranno sempre disponibili?
Sì, si potrà sempre uscire per acquistare generi alimentari e non c’è alcuna necessità di accaparrarseli ora perché saranno sempre disponibili.

È consentito fare attività motoria?
Sì, l’attività motoria all’aperto è consentita purché non in gruppo.

Si può uscire per acquistare beni diversi da quelli alimentari?
Si, ma solo in caso di stretta necessità (acquisto di beni necessari, come ad esempio le lampadine che si sono fulminate in casa).

Posso andare ad assistere i miei cari anziani non autosufficienti?
Sì, è una condizione di necessità. Ricordate però che gli anziani sono le persone più vulnerabili e quindi cercate di proteggerle dai contatti il più possibile.

L’accesso a parchi e giardini pubblici è consentito?
Sì, parchi e giardini pubblici possono restare aperti per garantire lo svolgimento di sport ed attività motorie all’aperto, come previsto dall’art.1 comma 3 del dpcm, a patto che non in gruppo e che si rispetti la distanza interpersonale di un metro.

Sono separato/divorziato, posso andare a trovare i miei figli?
Sì, gli spostamenti per raggiungere i figli minorenni presso l’altro genitore o comunque presso l’affidatario, oppure per condurli presso di sé, sono consentiti, in ogni caso secondo le modalità previste dal giudice con i provvedimenti di separazione o divorzio.

TRASPORTI

Sono previste limitazioni per il transito delle merci?
No, nessuna limitazione. Tutte le merci (quindi non solo quelle di prima necessità) possono essere trasportate sul territorio nazionale. Il trasporto delle merci è considerato come un’esigenza lavorativa: il personale che conduce i mezzi di trasporto può spostarsi, limitatamente alle esigenze di consegna o prelievo delle merci.

I corrieri merci possono circolare?
Sì, possono circolare.Sono un autotrasportatore.

Sono previste limitazioni alla mia attività lavorativa?
No, non sono previste limitazioni al transito e all’attività di carico e scarico dellemerci.

Esistono limitazioni per il trasporto pubblico non di linea?

No. Non esistono limitazioni per il trasporto pubblico non di linea. Il servizio taxi e di ncc non ha alcuna limitazione in quanto l’attività svolta è considerata esigenza lavorativa.

UFFICI E DIPENDENTI PUBBLICI

Gli uffici pubblici rimangono aperti?
Sì, su tutto il territorio nazionale. L’attività amministrativa è svolta regolarmente. In ogni caso quasi tutti i servizi sono fruibili on line. E’ prevista comunque la sospensione delle attività didattiche e formative in presenza di scuole, nidi, musei, biblioteche.Il decreto dispone per addetti, utenti e visitatori degli uffici delle pubbliche amministrazioni, sull’intero territorio nazionale, la messa a disposizione di soluzioni disinfettanti per l’igiene delle mani.

Nel caso di difficoltà di approvvigionamento di tali soluzioni e conseguente loro indisponibilità temporanea, gli uffici devono rimanere comunque aperti?
Gli uffici devono rimanere comunque aperti. La presenza di soluzioni disinfettanti è una misura di ulteriore precauzione ma la loro temporanea indisponibilità non giustifica la chiusura dell’ufficio, ponendo in atto tutte le misure necessarie per reperirle.

Il dipendente pubblico che ha sintomi febbrili è in regime di malattia ordinaria o ricade nel disposto del decreto-legge per cui non vengono decurtati i giorni di malattia?
Rientra nel regime di malattia ordinaria. Qualora fosse successivamente accertato che si tratta di un soggetto che rientra nella misura della quarantena o infetto da COVID-19, non si applicherebbe la decurtazione.

Sono un dipendente pubblico e vorrei lavorare in smart working. Che strumenti ho?
Le nuove misure incentivano il ricorso allo smart working, semplificandone l’accesso. Compete al datore di lavoro individuare le modalità organizzative che consentano di riconoscere lo smart working al maggior numero possibile di dipendenti. Il dipendente potrà presentare un’istanza che sarà accolta sulla base delle modalità organizzative previste.

PUBBLICI ESERCIZI

Bar e ristoranti possono aprire regolarmente?
È consentita l’attività di ristorazione e bar dalle 6.00 alle 18.00, con obbligo a carico del gestore di predisporre le condizioni per garantire la possibilità del rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione.

Si potranno comunque effettuare consegne a domicilio di cibi e bevande?
Il limite orario dalle 6.00 alle 18.00 è riferito solo all’apertura al pubblico. L’attività può comunque proseguire negli orari di chiusura al pubblico mediante consegne a domicilio. Sarà cura di chi organizza l’attività di consegna a domicilio – lo stesso esercente ovvero una cosiddetta piattaforma – evitare che il momento della consegna preveda contatti personali

Quali attività di ristorazione e bar sono consentite dopo le 18.00?
È consentita solo la consegna a domicilio del cibo (fatta eccezione per quanto indicato nella F.A.Q. Turismo n. 2).

I mercati possono restare aperti?
I mercati coperti in analogia dei centri commerciali o dei supermercati possono restare aperti ad eccezione dei giorni festivi e prefestivi ma devono contingentare le entrate dei clienti per garantirne la distanza di sicurezza. I mercati all’aperto invece devono restare chiusi poiché non sarebbe possibile regolare l’afflusso delle persone.Sono gestore di un pub.

Posso continuare ad esercitare la mia attività?
Il divieto previsto dal DPCM riguarda lo svolgimento nei pub di ogni attività diversa dalla somministrazione di cibi e bevande. È possibile quindi continuare a somministrare cibo e bevande nei pub, sospendendo attività ludiche ed eventi aggregativi (come per esempio la musica dal vivo, proiezioni su schermi o altro), nel rispetto delle limitazioni orarie già previste per le attività di bar e ristoranti (dalle 6.00 alle 18.00) e, comunque, con l’obbligo di far rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

Centri estetici, parrucchieri e barbieri possono continuare a svolgere la loro attività?
Sì, ma solo su prenotazione degli appuntamenti e comunque garantendo la turnazione dei clienti con un rapporto uno a uno, così da evitare il contatto ravvicinato e la presenza nel locale di clienti in attesa. Il personale dovrà indossare idonei dispositivi di protezione individuale (guanti e mascherina).

SCUOLA

Cosa prevede il decreto per le scuole?
Nel periodo sino al 3 aprile 2020, è sospesa la frequenza delle scuole di ogni ordine e grado. Resta la possibilità di svolgimento di attività didattiche a distanza, tenendo conto, in particolare, delle specifiche esigenze degli studenti con disabilità.

UNIVERSITÀ

Cosa prevede il decreto per le università?
Nel periodo sino al 3 aprile 2020, è sospesa la frequenza delle attività di formazione superiore, comprese le università e le istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica, di corsi professionali, master e università per anziani. Resta la possibilità di svolgimento di attività formative a distanza, tenendo conto, in particolare, delle specifiche esigenze degli studenti con disabilità. Non è sospesa l’attività di ricerca.

Si possono tenere le sessioni d’esame e le sedute di laurea?
Sì, potranno essere svolti ricorrendo in via prioritaria alle modalità a distanza o comunque adottando le precauzioni di natura igienico sanitaria ed organizzative indicate dal dpcm del 4 marzo; nel caso di esami e sedute di laurea a distanza, dovranno comunque essere assicurate le misure necessarie a garantire la prescritta pubblicità.

Si possono tenere il ricevimento degli studenti e le altre attività?
Sì. Corsi di dottorato, ricevimento studenti, test di immatricolazione, partecipazione a laboratori, etc., potranno essere erogati nel rispetto delle misure precauzionali igienico sanitarie, ricorrendo in via prioritaria alle modalità a distanza. Anche in questo caso particolare attenzione dovrà essere data agli studenti con disabilità.

Cosa si prevede per i corsi per le specializzazioni mediche?
Dalla sospensione sono esclusi i corsi post universitari connessi con l’esercizio delle professioni sanitarie, inclusi quelli per i medici in formazione specialistica, e le attività dei tirocinanti delle professioni sanitarie e medica.

Non è sospesa l’attività di ricerca.Cosa succede a chi è in Erasmus?
Per quanto riguarda i progetti Erasmus+, occorre riferirsi alle indicazioni delle competenti Istituzioni europee, assicurando, comunque, ai partecipanti ogni informazione utile.

CERIMONIE, EVENTI E ATTIVITÀ RICREATIVE

Cosa prevede il decreto su cerimonie, eventi e spettacoli?
Su tutto il territorio nazionale sono sospese tutte le manifestazioni organizzate nonché gli eventi in luogo pubblico o privato, ivi compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo, religioso e fieristico, anche se svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico (quali, a titolo d’esempio, cinema, teatri, pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati).

Si può andare in chiesa o negli altri luoghi di culto? Si possono celebrare messe o altri riti religiosi?
Fino al 3 aprile sono sospese su tutto il territorio nazionale tutte le cerimonie civili e religiose, compresi i funerali. Pertanto è sospesa anche la celebrazione della messa e degli altri riti religiosi, come la preghiera del venerdì mattina per la religione islamica.
Sono consentiti l’apertura e l’accesso ai luoghi di culto, purché si evitino assembramenti e si assicuri la distanza tra i frequentatori non inferiore a un metro.

Cosa è previsto per teatri, cinema, musei, archivi, biblioteche e altri luoghi della cultura?
Ne è prevista la chiusura al pubblico su tutto il territorio nazionale.

I Circoli ricreativi per persone anziane restano aperti?
No, le attività ricreative dedicate alle persone anziane autosufficienti sono sospese.

TURISMO

Cosa prevede il decreto per gli spostamenti per turismo?
Sull’intero territorio nazionale gli spostamenti per motivi di turismo sono assolutamente da evitare. I turisti italiani e stranieri che già si trovano in vacanza debbono limitare gli spostamenti a quelli necessari per rientrare nei propri luoghi di residenza, abitazione o domicilio.
Poiché gli aeroporti e le stazioni ferroviarie rimangono aperti, i turisti potranno recarvisi per prendere l'aereo o il treno e fare rientro nelle proprie case. Si raccomanda di verificare lo stato dei voli e dei mezzi di trasporto pubblico nei siti delle compagnie di trasporto terrestre, marittimo e aereo.

Come trova applicazione la limitazione relativa alle attività di somministrazione e bar, alle strutture turistico ricettive?
Le strutture ricettive possono svolgere attività di somministrazione e bar anche nella fascia oraria dalle ore 18 alle ore 6, esclusivamente in favore dei propri clienti e nel rispetto di tutte le precauzioni di sicurezza di cui al dpcm dell’8 marzo.

Come si deve comportare la struttura turistico ricettiva rispetto ad un cliente? Deve verificare le ragioni del suo viaggio?
Non compete alla struttura turistico ricettiva la verifica della sussistenza dei presupposti che consentono lo spostamento delle persone fisiche.

AGRICOLTURA

Sono previste limitazioni per il trasporto di animali vivi, alimenti per animali e di prodotti agroalimentari e della pesca?
No, non sono previste limitazioni

Se sono un imprenditore agricolo, un lavoratore agricolo, anche stagionale, sono previste limitazioni alla mia attività lavorativa?
No, non sono previste limitazioni.

COVID- 19 . ORARI APERTURA UFFICI COMUNALI. ORDINANZA SINDACALE N 29 DEL 10/3/2020

Si comunica  che il Sindaco con propria ordinanza n 29 del 10/3/2020 , recependo il DPCM del 9/10/2020, ha invitato i Signori Cittadini/Utenti a NON recarsi presso gli Uffici Comunali se non per effettiva e stringente necessità e ha

                                                                                                        DISPOSTO 

- la limitazione nell'accesso del pubblico agli uffici comunali a far data da domani 11 marzo e sino al 3 aprile 2020;

- che i responabili dei settori predispongano ogni idonea misura per garantire il rispetto delle prescizioni di cui all'allegato 1 della lettera d) del DPCM 4/3/2020;

.- l'apertura al pubblico dalle ore 8.30 alle ore 10.30 dei seguenti servizi:

      - POLIZIA LOCALE

      - STATO CIVILE E ANAGRAFE

      - SERVIZI SOCIALI

-  che per l servizi non rientranti nell'elenco di cui sopra  le prestazioni potranno essere richieste  a mezzo mail, pec e /o telefono ai quali è possibile anche fissare  un appuntamento  ai seguenti contatti:

Funzionario Responsabile I Settore Affari Generali, Servizi Demografici, Contenzioso, Risorse Umane: Dott.ssa Agata RODI
Tel. 0831768316
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Funzionario Responsabile II Settore Servizi Sociali, Sport, Turismo, Spettacolo: Dott.ssa Lucia FANULI
Tel. 0831 768326
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Funzionario Responsabile III Settore Ragioneria e Finanze: Dott. Giuseppe FRACELLA Tel. 0831768317
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Funzionario Responsabile IV Settore Lavori Pubblici: Arch. Carmelo CICCARESE Tel. 0831 768304
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Funzionario Responsabile V Settore Urbanistica: Ing. Antonio GIGLI Tel. 0831 0831768308
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Responsabile del Settore VI Settore Polizia Municipale: Com. Mar.llo Maria Rosaria COPPOLA Tel. 0831767789
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 Leggi l'ordinanza

COVID 19. DPCM 9/3/2020. COMUNICAZIONI DEL SINDACO

IL SINDACO 

comunica che a Erchie NON sono presenti casi di contagio o sospetto contagio e raccomanda fortemente di rispettare le norme igieniche,  e gli obblighi disposti dal Governo e  

INFORMA  CHE 

Il nuovo DPCM emanato dal Presidente del Consiglio il 9 marzo 2020 per il contrasto e il contenimento del diffondersi del virus COVID-19 estende a tutto il territorio nazionale le misure previste dall'art 1 del DPCM 8 marzo 2020.

Secondo le disposizioni del DPCM è vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico, e sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati.

 

Le palestre, i centri sportivi, centri benessere,  i centri culturali sociali e ricreativi, biblioteca, cinema  e teatri sono chiusi;

Pub, scuole di ballo, sale gioco, sale scommesse, discoteche, sono chiuse;

Le cerimonie civili e religiose, ivi comprese quelle funebri, sono sospese;

 

Sono consentite le le attivita' di ristorazione e bar dalle ore 6.00 alle ore 18.00 garantendo la distanza di sicurezza di almeno un metro. La violazione è sanzionata con la sospensione dell'attività.

 

Le attivita' commerciali sono consentite a condizione di garanzia di accesso contingentato e rispetto della distanza di almeno un metro tra i visitatori. Se le condizioni strutturali e organizzative non consentono il rispetto della distanza le strutture devono essere chiuse.

 

Le strutture di vendita medie e grandi e gli esercizi commerciali presenti  all'interno dei centri commerciali e dei mercati, sono chiuse nei giorni festivi e prefestivi e negli  garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro . Se le condizioni strutturali e organizzative non consentono il rispetto della distanza le strutture devono essere chiuse.

 

 

Restano aperte le Farmacie, Parafarmacie (anche nei centri commerciali), Uffici Comunali, ambulatori medici (previo contatto telefonico), trasporti sociali , assistenza domiciliare;

 

Gli spostamenti delle persone sono vietati se non per comprovati motivi di salute, di necessità o di lavoro e ogni cittadino dovrà compilare un apposito modulo di autocertificazione.

SCARICA IL MODULO

Tali disposizioni producono effetto dalla data del 10 marzo 2020 e sono efficaci fino al 3 aprile 2020

VAI AL TESTO COMPLETO DEL DPCM 9 MARZO 2020

 

sito del MInistero della Salute http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_1_1_1.jsp?lingua=italiano&menu=notizie&p=dalministero&id=4177

Comune di Erchie aderisce alla campagna di comunicazione #iorestoacasa  e invita tutti i cittadini  a rispettare scrupolosamente le indicazioni e a uscire di casa solo se strettamente necessario.

iorestoacasa.2020 300x144

AUTOCERTIFICAZIONE SPOSTAMENTI

SCARICA IL MODULO

COVID -19 COMUNICATO DEL SINDACO E QUADRO SINOTTICO DM 8/3/2020

Carissimi, 

come avrete avuto modo di sapere la trasmissione del  virus  COVID-19, è in espansione, ma rassicuro che a Erchie NON sono registrati casi di contagio o sospetto contagio.

In questa situazione è necessario mantenere la calma, consultare esclusivamente i siti ufficiali dai quali reperire informazioni oggettive per prendersi cura di se e non esporsi a informazioni errate ,.

Rispettare scurpolosamente le norme igieniche E' FONDAMENTALE . E' LA CHIAVE della prevenzione.

Non siamo soli. Istituzioni e Servizi Sanitari, coadiuvati da esperti , monitorano e lavorano al contenimento della situazione critica ma 

  E' IMPORTANTE CHE CIASCUN CITTADINO FACCIA LA SUA PARTE, LA MANCATE RESPONABILITA DI UNO SOLO ANNULLANO COMPLETAMENTE OGNI SFORZO DI TANTI.

Ringrazio i Medici e gli infermieri  che negli ospedali sono stremati dall'emergenza. Sono loro il  vero orgoglio nazionale

I Medici di base, i Pediatri e il Dipartimento di Prevenzione.

 Ringrazio Tutti   per i sacrifici che state  mettendo in campo per costruire una risposta, la più sicura possibile, rispettando le disposizioni del Governo nazionale e Regionale.  

Ringrazio gli operatori economici per la forza con la quale sanno e sapranno affrontare la crisi e verso i quali sono al vaglio provvedimenti di sostegno.

E' il momento di aver fiducia,  più che mai, nelle Istituzioni. E' il momento del rigore, della disciplina e del senso di reposabilità. Il Comune sta facendo quanto possibile. 

Vi invito a   recarvi personalmente agli sportelli degli Uffici comunali,  solo se strettamente necessario. Ogni servizio può essere prenotato  a a mezzo o anche al telefono previa identificazione .

APRI PER i CONTATTI

Se è indispensabile  richiedere il servizio di persona entrare uno per volta rispettare la distanza di almeno un metro .

IL dm 8/3/20 e  l'Ordinanza n 176 in pari data, del Presidente della Regione Puglia Michele  Emiliano, sono stringenti. Impongono il rispetto di misure straordinarie e urgenti per contrastare l'emergenza e PREVEDONO SANZIONI PENALI PER LA MANCATA OSSERVANZA E,  PER TALUNE ATTIVITA', LA SOSPENSIONE  

RAMMENTO AI CITTADINI  

 -  rientrati dalle cosiddette "zone rosse" che HANNO L'OBBLIGO  di comunicarlo IMMEDIATAMENTE al proprio Medico di famiglia, pediatra o alla ASL (sono previste sanzioni pensali per la mancata comunicazione); 

-   sottoposti alla misura della quarantena ovvero risultati positivi al virus  è  fatto DIVIETO ASSOLUTO DI USCIRE DA CASA O DI VIAGGIARE (sono previste sanzioni pensali per la mancata comunicazione); 

RAMMENTO inoltre

- ai gestori di pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse, discoteche e locali assimilati  che le attivita' sono sospese e il mancato rispetto e' sanzionato ;

- ai gestori di Ristoranti e bar,  che possono svolgere l'attività solo a condizione che sia rispettata la distanza di sicurezza di almeno un metro e  che  garantiscano che  l'accesso dei clienti sia   limitato  in base alle dimensioni del locale. Il  mancato rispetto e' sanzionato ;

RACCOMANDO FORTEMENTE 

le altre attività commerciali che abbiano la sede in un immobile privato o su luogo pubblico di adottare ogni misura volta all 'accesso dei clienti in modo programmato e limitato in modo da garantire la distanza minima di almeno un metro.

Confido sulla comprensione del momento delicato. Responabilità. Valga per tutti. 

Abbiamo realizzato  un quadro sinottico di facile lettura riassuntivo per agevolare la memorizzazione degli obblighi, delle raccomandazioni e dei divieti.

Siti

http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioContenutiNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=5364&area=nuovoCoronavirus&menu=vuoto 

https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/

http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_1_1_1.jsp?lingua=italiano&menu=notizie&p=dalministero&id=4175

 

 

COVID -19 COMUNICATO DEL SINDACO E QUADRO SINOTTICO DM 8/3/2020 (2)

Carissimi, 

come avrete avuto modo di sapere la trasmissione del  virus  COVID-19, è in espansione, ma rassicuro che a Erchie NON sono registrati casi di contagio o sospetto contagio.

In questa situazione è necessario mantenere la calma, consultare esclusivamente i siti ufficiali dai quali reperire informazioni oggettive per prendersi cura di se e non esporsi a informazioni errate ,.

Rispettare scurpolosamente le norme igieniche E' FONDAMENTALE . E' LA CHIAVE della prevenzione.

Non siamo soli. Istituzioni e Servizi Sanitari, coadiuvati da esperti , monitorano e lavorano al contenimento della situazione critica ma 

  E' IMPORTANTE CHE CIASCUN CITTADINO FACCIA LA SUA PARTE, LA MANCATE RESPONSABILITA DI UNO SOLO ANNULLANO COMPLETAMENTE OGNI SFORZO DI TANTI.

Ringrazio i Medici e gli infermieri  che negli ospedali sono stremati dall'emergenza. Sono loro il  vero orgoglio nazionale

I Medici di base, i Pediatri e il Dipartimento di Prevenzione.

 Ringrazio Tutti   per i sacrifici che state  mettendo in campo per costruire una risposta, la più sicura possibile, rispettando le disposizioni del Governo nazionale e Regionale.  

Ringrazio gli operatori economici per la forza con la quale sanno e sapranno affrontare la crisi e verso i quali sono al vaglio provvedimenti di sostegno.

E' il momento di aver fiducia,  più che mai, nelle Istituzioni. E' il momento del rigore, della disciplina e del senso di reposabilità. Il Comune sta facendo quanto possibile. 

Vi invito a   recarvi personalmente agli sportelli degli Uffici comunali,  solo se strettamente necessario. Ogni servizio può essere prenotato  a a mezzo o anche al telefono previa identificazione .

APRI PER i CONTATTI

Se è indispensabile  richiedere il servizio di persona entrare uno per volta rispettare la distanza di almeno un metro .

IL dm 8/3/20 e  l'Ordinanza n 176  del Presidente della Regione Puglia Michele  Emiliano, sono stringenti. Impongono il rispetto di misure straordinarie e urgenti per contrastare l'emergenza e PREVEDONO SANZIONI PENALI PER LA MANCATA OSSERVANZA E,  PER TALUNE ATTIVITA', LA SOSPENSIONE  

RAMMENTO AI CITTADINI  

 -  rientrati dalle cosiddette "zone rosse" che HANNO L'OBBLIGO  di comunicarlo IMMEDIATAMENTE al proprio Medico di famiglia, pediatra o alla ASL (sono previste sanzioni penali per la mancata comunicazione); 

-   sottoposti alla misura della quarantena ovvero risultati positivi al virus  è  fatto DIVIETO ASSOLUTO DI USCIRE DA CASA O DI VIAGGIARE (sono previste sanzioni penali per la mancata comunicazione); 

RAMMENTO inoltre

- ai gestori di pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse, discoteche e locali assimilati  che le attivita' sono sospese e il mancato rispetto e' sanzionato ;

- ai gestori di Ristoranti e bar,  che possono svolgere l'attività solo a condizione che sia rispettata la distanza di sicurezza di almeno un metro e  che  garantiscano che  l'accesso dei clienti sia   limitato  in base alle dimensioni del locale. Il  mancato rispetto e' sanzionato ;

RACCOMANDO FORTEMENTE 

le altre attività commerciali che abbiano la sede in un immobile privato o su luogo pubblico di adottare ogni misura volta all 'accesso dei clienti in modo programmato e limitato in modo da garantire la distanza minima di almeno un metro.

Confido sulla comprensione del momento delicato. Responabilità. Valga per tutti. 

Abbiamo realizzato  un quadro sinottico di facile lettura riassuntivo per agevolare la memorizzazione degli obblighi, delle raccomandazioni e dei divieti.

Siti

http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioContenutiNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=5364&area=nuovoCoronavirus&menu=vuoto 

https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/

http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_1_1_1.jsp?lingua=italiano&menu=notizie&p=dalministero&id=4175

 

 

COVID-19 . BIBLIOTECA COMUNALE

INTERNET IN BIBLIOTECA E ACCESSO AI TERMINALI

AVVISO AGLI STUDENTI

INFORMIAMO CHE LA BIBLIOTECA COMUNALE , NEL RISPETTO DELLE DISTANZE DI SICUREZZA, - E’ APERTA - E OFFRE GRATUITAMENTE IL SISTEMA DI CONNETTIVITA’ WIRELESS.

SONO MESSI A DISPOSIZIONE ANCHE I TERMINALI.

Oltre il consueto orario pomeridiano,( 15,30 -\19,00) per tutto il periodo di astensione delle attività didattiche di scuole e università per il Covid -19, la biblioteca apre anche al mattino dalle ore 9,00 alle ore 12,30

Particolari esigenze oltre il predetto orario, possono essere comunicate alla mail

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

COVID-19. COMUNICAZIONI DEL SINDACO ALLA POPOLAZIONE ANZIANA

Viste le recenti Misure di Contrasto e contenimento emanate dal Governo al fine di evitare il diffondersi del virus Covid-19,

si raccomanda alle persone anziane o affette da patologie croniche o immunodepresse di

non uscire dalla propria abitazione, se non per necessità, evitando di frequentare luoghi affollati- anche circoli- o di mantenere la distanza di almeno 1 metro.

Si rende noto che sono messi a disposizione i

numero 0831/768300 per informazioni sui servizi comunali

  • numero 389 7986777 della protezione civile

per i casi di necessità all’acquisto di farmaci e/o prodotti alimentari

COVID -19. COMUNICATO URGENTE DEL SINDACO

Ieri 7 Marzo il Presidente del Consiglio dei Ministri ha emesso un ulteriore  decreto per contenere e contrastare la diffusione del virus COVID-19, nel quale, tra l'altro,

E' FATTO DIVIETO ASSOLUTO DI SPOSTAMENTI IN ENTRATA E IN USCITA 

da  TUTTA LA REGIONE LOMBARDIA e dalle PROVINCE DI MODENA, PARMA, PIACENZA, REGGIO nell'EMILIA, PESARO e URBINO, VENEZIA, PADOVA ,TREVISO, ASTI e ALESSANDRIA.

Il Presidende della GIUNTA REGIONALE DELLA PUGLIA, con ORDINANZA n 175 oggi 8 marzo , appreso della "fuga" di molte persone da paesi e città delle cosidddette "zone rosse " indicate nel decreto, ha  ORDINATO

A Tutti gli individui che hanno fatto ingresso in Puglia con decorrenza dalla data del 7/3/2020, provenienti dalla Regione Lombardia e dalle province di Pesaro, Urbino, Venezia, Padova,Treviso, Asti e Alessandria 

L'OBBLIGO DI 

- comunicare il rientro in Puglia al proprio medico di famiglia, al pediatra o comunque alla ASL

- di restare in casa (isolamento domiciiare fiduciario) per 14 giorni; 

- di osservare IL DIVIETO  di spostamenti e viaggi;

- di rimanere raggiungibile per ogni attività di sorveglianza; 

- di comunicare al proprio medico , al pediatra o  alla ASL la eventuale comparsa dei sintomi.

LA MANCATA OSSERVANZA DEGLIOBBLIGHI DISPOSTI NELL'ORDINANZA E' SANZIONATA AI SENSI DELL'ART 650 DEL CODICE PENALE SE IL FATTO NON COSTITUISCE REATO PIU' GRAVE.

Cittadini 

Ancora una volta conto sul buonsenso e sul grande senso di responsabilità di ciascuno.

Gli anziani e gli immunodepressi restino in casa.

Osserviamo  le norme igieniche, laviamo spesso e bene le mani, manteniamo la distanza di sicurezza , evitiamo assembramenti .

Osservare le disposizioni ministeriali e regionali è un gesto di grande senso civico . E' un grande gesto d'amore verso chi amiamo, verso i nostri figli, i nostri genitori, i nostri amici.

Ciascuno sia esempio per l'altro, i genitori per i figli, gli adulti per i giovani.

 A Erchie la situazione è sotto controllo e NON ci sono casi di contagio o sospetto contagio, grazie a tutti Voi. 

Dobbiamo continuare così. 

Ecco i numeri UTILI

0831768300 - comune per informazioni sui servizi comunali

3897986777- Associazione PROCIV Erchie e' a disposizione degli anziani per i servizi di prima necessità 

1500 -- Ministero della Salute

800713931 Regione Puglia

3385747395 - ASL Brindisi - Dipartimento di Prevenzione 

DPCM 8 MARZO 2020

ORDINANZA PRESIDENTE  EMILIANO 

 

 

COVID -19 COMUNICATO DEL SINDACO

COMUNICATO DEL SINDACO

Carissimi Cittadini,

 ieri ho avuto modo di apprezzare l'impegno di tutti  al rispetto delle disposizioni contenute nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 4/3/2020 .

Tutte le misure di prevenzione disposte, possono sicuramente preservarci dal contagio e,  in quest'ottica, è stata disposta la chiusura delle scuole.

Confido sul buonsenso degli adulti e sull'impegno di essere per i minori, un esempio educativo nel  rispetto delle regole: lavare spesso e bene le mani, non portarle agli occhi e alla bocca, evitare i luoghi affollati e gli assemblamenti, mantenere la distanza di sicurezza di un metro.

Sono certo che le piazze, le strade, i bar  non diventeranno il sostituto delle aule scolastiche vanificando ogni sforzo volto alla prevenzione , diventando così veicolo di trasmissione o di contagio.

I genitori  assumano la responsabilità di vigilare sui figli , ad avere certezza che siano in casa, scongiurando così miei interventi.

Invitiamo  i nostri figli a  sfruttare la sospensione delle attività didattiche per apprezzare il valore del tempo libero,  per  godere degli spazi della casa, per  praticare hobby,  leggere un buon libro. La nostra biblioteca potrà offrirne in grande quantità richidendolo a mezzo mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Confermo che a Erchie NON sono registrati casi di contagio o di sospetto contagio.

Ieri ho adottato una ordinanza di permanenza domiciliare fiduciaria a SOLO SCOPO PRECAUZIONALE. LA PERSONA E' IN PERFETTA SALUTE.

Ho  assunto l'impegno di informarvi ed essere chiaro e trasparente sulla reale situzione a Erchie e avrò cura di informarvi sugli sviluppi positivi o negativi che siano.

E lo farò.

Vi ringrazio per la collaborazione fin qui prestata. Vi invito a continuare cosi, senza allarmismi inutili e sgradevoli episodi di discriminazione infondata .

Ho fiducia in  Voi.

Giuseppe MARGHERITI