Questo sito utilizza cookie in conformità alla cookie policy del sito.

Cliccando su CHIUDI o chiudendo il banner, acconsenti all’utilizzo di cookie. Per maggiori informazioni clicca su MAGGIORI INFORMAZIONI

Comune di Erchie scrivi Telefono2 facebook erchie
Via Santa Croce, 2 - 72020 Erchie - c.f. 80000960742- IBAN IT 04 B 03111 79300 0000000 10124

COVID-19. ORDINANZA N 11 DEL 26 APRILE 2020 DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO EMERGENZA

Il Commissario straordinario per l'emergenza Covd-19, Domenico Arcuri, ha firmato l'Ordinanza n. 11/2020 dispone che il  prezzo  massimo  di vendita al consumo delle mascherine praticato dai rivenditori finali, non può essere superiore, per ciascuna unità, ad € 0,50, al netto dell’imposta sul valore aggiunto.

LEGGI L'ORDINANZA

COVID-19. DPCM 26 APRILE 2020.

E' pubblicato sulla GU del 27 aprile il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 26 aprile 2020 " Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale"

Le prime novità della cosiddetta fase II: 

Spostamenti: restano consentiti solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute.  

 Possono essere incontrati i congiunti rispettando  il divieto di feste, pranzi e ogni forma di assembramento e deve essere rispettato il distanziamento interpersonale di almeno un metro e l'uso di protezioni per naso e bocca

 In ogni caso, è fatto divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in una regione diversa rispetto a quella in cui attualmente si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute; è caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. 

Sono sospese le cerimonie civili e religiose; sono consentite le cerimonie funebri con l’esclusiva partecipazione di congiunti e, comunque, fino a un massimo di quindici persone, con funzione da svolgersi preferibilmente all’aperto, indossando protezioni delle vie respiratorie e rispettando rigorosamente la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

Restano sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie),E'  consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, e la  ristorazione da  asporto con distanziamento sociale e  il divieto di consumare i prodotti all’interno dei locali e il divieto di sostare nelle immediate vicinanze degli stessi.

Salvo ordinanze sindacali più stringenti è consentito l'accesso  parchi, alle ville e ai giardini pubblici nell'assoluto rispetto della  distanza di sicurezza interpersonale di un metro ma le aree attrezzate per il gioco dei bambini sono chiuse  

Resta vietato lo svolgimento di  attività ludica o ricreativa all’apertoè consentito svolgere individualmente, ovvero con accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti, attività sportiva o attività motoria, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività

Restano sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati.  Le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti – riconosciuti di interesse nazionale dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e dalle rispettive federazioni, in vista della loro partecipazione ai giochi olimpici o a manifestazioni nazionali ed internazionali – sono consentite, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, a porte chiuse, per gli atleti di discipline sportive individuali. A tali fini, sono emanate idonee linee guida.

Restano ancora  sospese le manifestazioni organizzate, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura con la presenza di pubblico, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, quali, a titolo d’esempio, feste pubbliche e private, anche nelle abitazioni private, eventi di qualunque tipologia ed entità, cinema, teatri, pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati

Restano sospesi i servizi educativi per l'infanzia, le attività didattiche in presenza delle scuole di ogni ordine e grado, la frequenza delle attività scolastiche e e Universitarie.

Attvita' sociali e socio sanitarie per disabili sono riattivare secondo i piani regionali

E'  fatto obbligo sull’intero territorio nazionale di usare protezioni delle vie respiratorie nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza. Non sono soggetti all’obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti.  Possono essere utilizzate mascherine di comunità, ovvero mascherine monouso o mascherine lavabili, anche auto-prodotte, in materiali multistrato idonei a fornire una adeguata barriera e, al contempo, che garantiscano comfort e respirabilità, forma e aderenza adeguate che permettano di coprire dal mento al di sopra del naso. L’utilizzo delle mascherine di comunità si aggiunge alle altre misure di protezione finalizzate alla riduzione del contagio (come il distanziamento fisico e l’igiene costante e accurata delle mani) che restano invariate e prioritarie. 

E' favorito il lavoro agile e la adozione dei protocolli di sicurezza di prevenzione  del contagio nei luoghi di lavoro, come recepito all'allegato 6 del DPCM  .

 Le disposizioni del presente decreto si applicano dalla data del 4 maggio 2020 in sostituzione di quelle del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 10 aprile 2020 e sono efficaci fino al 17 maggio 2020, a eccezione di quanto previsto dall'art. 2, commi 7, 9 e 11, che si applicano dal 27 aprile 2020 cumulativamente alle disposizioni del predetto decreto 10 aprile 2020. Si continuano ad applicare le misure di contenimento piu' restrittive adottate dalle Regioni, anche d'intesa con il Ministro della salute, relativamente a specifiche aree del territorio regionale. 

Le FAQ nei prossimi giorni chiariranno ulteriori aspetti

Leggi il DPCM https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/04/27/20A02352/sg

25 APRILE 2020. 75^ ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE

25 aprile foto

 

Come ogni anno, anche  in questo 25 aprile, alle ore 10.30 il Sindaco, in rappresentanza dell'Amministrazione comunale e di tutti i Cittadini, ha reso omaggio al Monumento ai Caduti,  così come ripetuto dall'Associazione Reduci e Combattenti di Erchie.

Il gesto celebra il 75^ anniversario della Liberazione dell'Italia dalla dittatura e la vittoria della  Democrazia, i cui ideali si tradussero nei principi della Carta Costituzionale elaborata dalla Costituente,  di cui nessuno può rivendicarne l'eredità esclusiva.

"In questo momento particolare , riflettiamo sui valori di libertà e unità, da apprezzare e difendere . Uniti ce la faremo. Viva l'Italia"

{youtube}uGG5-XlI7Dk{/youtube}

 

 

 

 
 

COVID-19. POSTE ITALIANE.PENSIONI .CONVENZIONE CON L'ARMA DEI CARABINIERI

 

Accordo Poste Italiane e Carabinieri consegna Pensioni 1200x675

Si avvisa la Cittadinanza

che POSTE ITALIANE ha stipulato una convenzione con l'ARMA DEI CARABINIERI

 in virtù della quale , per tutta la durata dell'emergenza, con apposita delega dell'interessato,

i Carabinieri  potranno ritirare la pensione dall'Ufficio postale  e consegnarla a domicilio 

  dei pensionati di età pari o superiore ai 75 anni che ne facciano richiesta, a condizione che gli stessi: 

- non abbiano già delegato altri soggetti alla riscossione;

- non convivano  con altri familiari;

- non siano titolari di un libretto o un conto postale.

    Per richiedere il servizio chiamare 

al Comando Stazione Carabinieri di Erchie 0831763100 o al 112

Per i pagamento delle pensioni l'UFFICIO POSTALE di ERCHIE 

sarà aperto nei giorni 27, 28, 29, 30 dalle ore 8.30 alle ore 13.35 e il 2 maggio dalle ore 8.20 alle ore 12.35

Il pagamento dei ratei pensionistici sarà anticipata a partire dal giorno 27 aprile e fino al 2 maggio conle seguenti modalità:

dalla A alla B lunedì 27 aprile 

dalla C alla D martedi 28 aprile

dalla E alla K mercoledì 29 aprile

dalla L alla P giovedì 30 aprile

dalla Q alla Z sabato 2 maggio

 

 

 

 

 

 

 

 

25 Aprile . Festa della Liberazione. Il Sindaco invita ad esporre bandiere

Il Sindaco 

comunica

Che in occasione della celebrazione del 75^ anniversazione della Liberazione, il sabato 25 Aprile alle ore 10.30 deporrà una  corona innanzi al Monumento ai Caduti . Le disposizioni Ministeriali non consentono la partecipazione dei Cittadini nè di altre  Autorità civili o militari, ma solo di rappresentanze di associazioni partigiane e combattentistiche con modalità di distanziamento sociale

Invita 

i Cittadini a esporre sui balconi, sulle porte o  alle finestre la bandiera nazionale, se posseduta,  e  a far sentire a gran voce, ciascuno dalle proprie case, esclusivamente con il proprio nucleo familiare, un unico coro che intoni l'Inno Nazionale.

Pur restando a casa, pur senza  assembramenti, Erchie saprà cantare  con un unica Voce la propria Gratitudine a chi ha lottato per la Liberazione dando vita alla Costituzione e  la propria resistenza alle difficoltà.

Restiamo a Casa. Restiamo Uniti.  

immagine liberazione

COVID-19. DISPOSIZIONI REGIONALI IN MATERIA DI STRUTTURE RICETTIVE ALL'APERTO

Il Presidente della Giunta Regionale, con Ordinanza n. 212 del 21 aprile 2020, ha disposto che  previa comunicazione al Prefetto, per  tutte le strutture ricettive all’aperto con attività sospese, è consentito  l’accesso dei titolari, dei  dipendenti  o  di terzi delegati esclusivamente per attività  di manutenzione, sistemazione, pulizia, installazioni e allestimenti sia nei locali aziendali che nelle aree scoperte annesse, funzionali all’esercizio dell’attività ricettiva, senza esecuzione di modifiche o nuove opere. E' obbligatorio il rispetto delle misure di cui al DPCM 10/4/2020.

Leggi l'ordinanza 

COVID 19 . ORDINANZA REGIONALE N 211/2020 CHIUDE IN TUTTA LA PUGLIA GLI ESERCIZI COMMERCIALI IL 25 E 26 APRILE E IL 1^ MAGGIO

Il Presidente della Giunta regionale , con propria ordinanza n 211 del 18 aprile, ha disposto per l'intero territorio regionale,  la chiusura  al pubblico nelle giornate di sabato 25 aprile, domenica 26 aprile e venerdì 1^ maggio, della attività commerciali al dettaglio di generi alimentari e  di  prima  necessità  sia  nell’ambito  degli  esercizi  commerciali  di vicinato, sia nell’ambito della media e grande distribuzione, anche ricompresi nei centri commerciali.  Restano  consentitele vendite con consegna a domicilio nel  rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per il confezionamento che per la consegna.

Leggi l'ordinanza

Sono salve le disposizioni di cui all'ordinanza sindacale n 41 del 14/04/2020

COVID 19 . ORDINANZA REGIONALE N 211/2020 CHIUDE IN TUTTA LA PUGLIA GLI ESERCIZI COMMERCIALI IL 25 E 26 APRILE E IL 1^ MAGGIO (2)

Il Presidente della Giunta regionale , con propria ordinanza n 211 del 18 aprile, ha disposto per l'intero territorio regionale,  la chiusura  al pubblico nelle giornate di sabato 25 aprile, domenica 26 aprile e venerdì 1^ maggio, della attività commerciali al dettaglio di generi alimentari e  di  prima  necessità  sia  nell’ambito  degli  esercizi  commerciali  di vicinato, sia nell’ambito della media e grande distribuzione, anche ricompresi nei centri commerciali.  Restano  consentitele vendite con consegna a domicilio nel  rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per il confezionamento che per la consegna.

Leggi l'ordinanza

Sono salve le disposizioni di cui all'ordinanza sindacale n 41 del 14/04/2020

COVID 19 . ORDINANZA REGIONALE N 211/2020 CHIUDE IN TUTTA LA PUGLIA GLI ESERCIZI COMMERCIALI IL 25 E 26 APRILE E IL 1^ MAGGIO (3)

Il Presidente della Giunta regionale , con propria ordinanza n 211 del 18 aprile, ha disposto per l'intero territorio regionale,  la chiusura  al pubblico nelle giornate di sabato 25 aprile, domenica 26 aprile e venerdì 1^ maggio, della attività commerciali al dettaglio di generi alimentari e  di  prima  necessità  sia  nell’ambito  degli  esercizi  commerciali  di vicinato, sia nell’ambito della media e grande distribuzione, anche ricompresi nei centri commerciali.  Restano  consentitele vendite con consegna a domicilio nel  rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per il confezionamento che per la consegna.

Leggi l'ordinanza

Sono salve le disposizioni di cui all'ordinanza sindacale n 41 del 14/04/2020

COVID-19. DOMANDE FREQUENTI E RISPOSTE SULLE MISURE DEL GOVERNO

Il Governo attraverso le FAQ , domande frequenti e le risposte, aggiornate con il DPCM del 10 aprile 2020, le ultime Ordinanze del Ministero della Salute, del Dipartimento della Protezione Civile e del Ministero dell'Interno, 

  chiarisce le misure relative al Decreto #IoRestoaCasa  http://www.governo.it/it/faq-iorestoacasa

e  per le persone con disabilità  http://disabilita.governo.it/it/notizie/nuovo-coronavirus-domande-frequenti-sulle-misure-per-le-persone-con-disabilita/

COVID-19. ORDINANZA PRESIDENTE REGIONE PUGLIA N 209/2020

Il Presidente della Giunta Regionale della Puglia con ordinanza n 209 del 17 aprile 2020 avente ad oggetto "D.P.C.M. 10 aprile 2020 recante “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale”. Art. 1 comma 1 lett.a) e art.2 co.1 - Disposizioni applicative sul territorio regionale pugliese in materia di svolgimento in forma amatoriale di attività agricole e di conduzione di allevamenti di animali" ha disposto che fino al 3 maggio

- È ammesso lo spostamento all’interno del proprio comune o verso altro comune per lo svolgimento in forma amatoriale di attività agricole e la conduzione di allevamenti di animali, esclusivamente nel rispetto di quanto  previsto dal Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri 10 aprile 2020 e di tutte le norme di sicurezza relative al contenimento del contagio da COVID-19 alle seguenti condizioni:

a. per non più di una volta al giorno;

b. limitatamente agli interventi strettamente necessari alla manutenzione dei fondi, alla tutela delle produzioni vegetali e degli animali allevati, consistenti nelle indispensabili operazioni colturali e di cura preventiva che la stagione impone ovvero per accudire i predetti animali;

c. autodichiarazione che attesti il possesso della superficie agricola produttiva effettivamente adibita ai predetti fini.

 

COVID19. DISPOSTI TAMPONI A TAPPETO ALLE RSA E ALLE RSSA. COMUNICATO DEL SINDACO

"Domani  17 Aprile,  la ASL effettuerà tamponi agli ospiti e al  personale sanitario della RSA Santa Lucia.

Rassicuro i Cittadini che al momento non ci sono casi sospetti e che l'intervento rientra nelle linee di intervento disposte dalla Regione, su indirizzo del Ministero della Salute,  per monitorare tutte le strutture sanitarie e sociosanitarie pugliesi, comprese quelle private, per tutelare l'utenza e gli operatori. 

Del problema dei contagi nelle RSA e nelle RSSA, si è discusso nel primo pomeriggio di  ieri  nel corso dell'incontro tenuto in videoconferenza tra i Sindaci della Provincia di Brindisi, il Presidente delle Regione Puglia Michele Emilliano e il Direttore Generale Giuseppe Pasqualone, in seno alla quale ho rappresentato il problema degli asintomatici che rappresentano, loro malgrado, un rischio altissimo che l'infezione possa propagarsi, come già successo in altri paesi della Puglia e la necessità per i Sindaci di conoscere in modo tempestivo e corretto l'evoluzione del contagio e della sorveglianza sanitaria sui propri territori.

Ho fiducia quindi che le misure di contenimento del rischio predisposte dalle RSA, in adesione ai protocolli di sicurezza e i controlli delle ASL,  con gli interventi necessari per garantire la sicurezza, possano  finalmente produrre una mappatura dettagliata che consenta di poter ridefinire le misure all'interno dei comuni.     

Vi invito fortemente  a restare a casa, a rispettare le norme  igieniche, il distanziamento sociale e a indossare le mascherine all'interno dei luoghi chiusi aperti al pubblico "

     

      

CODIV 19 - ORDINANZA SINDACALE N 42/2020 " Disposizioni igienico-sanitarie urgenti sul territorio comunale. Misure di prevenzione e contrasto alla diffusione del COVID-19"

IL SINDACO 

con ordinanza n 42 del 16 aprile 2020

con decorrenza IMMEDIATA e fino al 3 MAGGIO 2020 ha disposto 

 L'OBBLIGO a chiunque

 - di indossare una mascherina protettiva, ancorché non certificata, o qualsiasi altro indumento a copertura di naso e bocca, all’interno degli esercizi commerciali, degli uffici pubblici o aperti al pubblico, delle sedi di esercizio di ogni attività produttiva o professionale consentita e, comunque, di ogni locale aperto al pubblico e di rispettare l'accesso contingentato mantenendo sempre la distanza di sicurEzza di almeno un metro sia in entrata che in attesa;

 - di utilizzare guanti “usa e getta”  nell'acquisto di alimenti non confezionati e  nell’utilizzo dei bancomat bancari e postali, nonché dei distributori automatici presso tabacchi, farmacie, parafarmacie, acqua, carburanti, lavaggi;

- di smaltire le mascherine, i guanti monouso e gli altri dispositivi di protezione individuale usati, conferendoli nel rifiuto indifferenziato, previamente chiusi in un doppio sacchetto.

L'OBBLIGO ai titolari / gestori /responabili 

esercizi commerciali, di uffici pubblici o aperti al pubblico, di attività produttive o professionali e, comunque, di locali aperti al pubblico, comunque classificati,

di vietare l’ingresso alle persone non munite di mascherina o altro indumento a protezione di bocca e naso;

- di pulire ed igienizzare le aree e attrezzature in uso al personale dipendente o alla clientela, ivi compresi i POS, con frequenza di almeno due volte al giorno ed in funzione dell’orario di esercizio/apertura al pubblico e di esporre idoneo avviso circa l'utilizzo consentito esclusivamente avendo indossato guandi monouso

- di limitare l’accesso della clientela/dell’utenza a una sola persona alla volta, oltre ad un massimo di due operatori già presenti, qualora i propri locali abbiano una superficie pari o uguale a quaranta metri quadrati;

- di limitare l’accesso della clientela/dell’utenza in funzione degli spazi disponibili e, ove possibile, di differenziare i percorsi di entrata e di uscita, qualora i propri locali abbiano una superficie superiore a quaranta metri quadrati;

- di dare ampia disponibilità e accessibilità a sistemi di disinfezione delle mani;

- di esporre in modo chiaro e visibile all’esterno dei propri locali, un cartello riportante gli obblighi imposti dalla presente ordinanza, ovvero di esporre copia della stessa.  

 RACCOMANDA

 A tutti i cittadini, ai titolari, gestori di attività produttive e uffici di qualsiasi natura di attenersi scrupolosamente alle misure di cui agli allegati 4 e 5 del DPCM 10 aprile 2020

Leggi l'ordinanza

allegato 4 https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/04/11/20A02179/sg

allegato 5 https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/04/11/20A02179/sg

COVID19. IL SINDACO COMUNICA I PRIMI DUE CASI DI CONTAGIO A ERCHIE

Carissimi,


devo purtroppo informarvi che due nostri Concittadini asintomatici, sono risultati essere positivi al COVID-19.

Non saranno in alcun modo resi noti i nomi e vi invito a non fare inutili illazioni veicolando fake news attraverso i social network e i gruppi whatsapp.

Vi rassicuro sul fatto che le persone sono state poste in isolamento domiciliare obbligatorio in regime di sorveglianza sanitaria, con tutte le cautele del caso, prontamente disposte,  per evitare ogni possibilità di diffusione del contagio . Sono in corso gli accertamenti per ricostruire i contatti da parte dell’Asl.


Che il virus sarebbe arrivato era purtroppo prevedibile ma vi invito ad avere fiducia nel lavoro incessante per l’adozione di ogni migliore iniziativa di prevenzione e contrasto alla sua diffusione e nell’attività di controllo posta in essere dalle forze dell’ordine e di polizia. Stiamo facendo il possibile a tutti i livelli e su tutti i fronti, per limitare gli effetti del contagio.


Comprendo il forte sacrificio per combattere la stanchezza nell’affrontare questa situazione difficile ma questo è un momento cruciale per vincere una battaglia che stiamo conducendo insieme. Il fatto che le due persone asintomatiche siano positive, ci porti a riflettere.


Vi chiedo con di cuore di non abbassare la guardia, di continuare a essere cittadini attenti e responsabili, di non uscire da casa se non in casi di straordinaria necessità e urgenza, di rispettare la distanza di sicurezza, di utilizzare mascherine e guanti, di lavare le mani e igienizzare gli ambienti domestici.


Il vero gesto eroico, adesso è rispettare le norme. La trasgressione è il fallimento.


Vi ringrazio e desidero ringraziare vivamente a nome di tutti,  i nostri due concittadini per il forte senso civico dimostrato e augurare loro pronta guarigione.

Stiamo a casa.

Giuseppe MARGHERITI